Menu

Periscope: l’app di Twitter per condividere video in diretta

periscope

La voglia di condividere tutto quello che ci circonda sembra essere praticamente inarrestabile: i social network ci spingono sempre di più a mostrare la nostra vita personale, chi siamo, cosa facciamo e cosa ne pensiamo. Oggi però ad alimentare questa voglia di condivisione non è un social, bensì un’app, nata comunque da un grande social: Twitter.

Parliamo di Periscope, una nuova app lanciata da qualche giorno che, tramite un sistema appositamente sviluppato, riesce a mettere in comunicazione un utente – il broadcaster – con un numero indefinito di utenti desiderosi di vedere cosa egli propone – praticamente come i live di YouTube. Potrebbe essere un video che racconta una semplice chiacchierata, la realizzazione di un quadro, un karaoke, un giro in città: qualsiasi cosa.

Gli utenti funzionano molto come avviene su Twitter. Si segue chi desideriamo, e quando questi mette a disposizione un broadcast, riceviamo una notifica sul nostro smartphone per partecipare al volo allo streaming. Qui gli utenti potranno tranquillamente commentare ciò che l’utente mostra o dice, oppure rivedere (se l’utente che realizza lo show lo consente) per 24 ore il broadcast ultimato.

Il risultato è un metodo di condivisione diversa, estremamente più social, dove possiamo vederne di cotte e di crude: tutto dipende dalla fantasia degli utenti che vogliono mostrare qualcosa o mostrarsi. Le differenze con YouNow, sito di broadcast libero molto simile, risiedono nell’assenza di un sistema di retribuzione economica.

Al momento Periscope rimane un’app gratuita per iPhone, ma arriverà presto anche su altri sistemi operativi per smartphone a iniziare da Android.

Fonte: Vodafone News

Lascia un Commento